Yellow Moor: il nuovo progetto di Andrea Viti e Silvia Alfei

2238
 Scritto da Sara Stella
Fiori gialli per tutti: il titolo fa pensare a dei meravigliosi girasoli sempre alla ricerca del sole. Yellow Moor è   l’album di debutto di Andrea Viti, fondatore e bassista dei Karma e bassista degli Afterhours dal1997 al 2005, e di Silvia Alfei, artista visiva, song-writer, danzatrice e performer professionista dal 2001.
Yellow Moor è un’esperienza di vita dei due artisti, un percorso che li ha portati dal grigiore di Milano ai colori della campagna dove hanno ristrutturato un casale ed è lì che il disco ha preso forma lentamente.
Come novelli Vincent Van Gogh, l’atmosfera e il desiderio di cambiamento prende forma in Yellow Moor, dieci canzoni di un’eleganza estrema, a tratti taglienti e a tratti intesi.
Le voci di Andrea e Silvia si intrecciano come una poesia. Molto belle le due canzoni iniziali. L’album prende vigore con Cover Things, grazie a una chitarra corposa, davvero una delle più belle dell’album.
Gli appunti di vita quotidiana continuano con la sognante Inside a Kiss, la stupenda Across the Night, resa preziosa dalla chitarra acustica e dall’intreccio di voci. La lezione del duetto alla Nick Cave è molto forte ma la canzone ti entra nel cuore, con la sua liricità.
La visione dei due artisti prende il volo in Seven Lizard, in cui il vivere solitari prende un’accezione positiva.
La chitarra piena di feedback di Ghost ci accompagna in luoghi oscuri per poi risorgere in Supastar, con la sua batteria incalzante e dal testo ironico.
Ballata quasi finale con Out of the City, dal grande respiro che insieme a Yellow Flowers chiude un album onesto sulle sensazioni dei due artisti, che vogliono raccontare il loro percorso di vita, che dal mondo oscuro della città li ha portati in un mondo diverso, a tratti oscuro e difficile ma che si conclude con quei fiori gialli colorati che aprono la mente e il cuore a visioni e cambiamenti positivi.
Yellow Moor lo amerete senza dubbi: sussurrato ed elegante, gronda passione per la musica, sensualità e tanta voglia di cambiamento e di provocazione che solo la poesia in musica sa trasmettere.

Contatti
Facebook YellowMoorOfficial
Twitter Yellow_Moor
Scritto da Sara Stella