Walter Perri: 4 brani nuovi dal suono antico

72

Si naviga a vista dentro un concetto di equilibrio temporale. Da una parte al mio ascolto impera un certo Ivan Graziani, nel suono e in quel modo appena sottile di usare la voce. Dall’altro c’è la vena di un pop battistiano che sagoma i modi e il ritmo. Anche un certo uso della parola e di tessere le liriche mi rimanda a quel mondo e di certo Walter Perri non penso lavori troppo per mascherarlo anzi…

E poi l’equilibrio è quello che cerca proprio nel contrapporre due lati della sua vita: il professionista e l’artista. Eccolo uscire dal cilindro del quotidiano questo EP che polverizza una decina di anni di silenzio discografico. Si intitola “Dottor Perri & Mister Singer”, 4 brani che scivolano via e che si rendono godibili sin dal primo ascolto. Niente di nuovo sotto al sole, un pop d’autore liquido e maturo. Certamente l’orchestrazione di “La vita è con te” ci richiama Franco Battiato e “Lascia che il vento” di richiami al pop anni ’80 ne ha da vendere. In fondo credo che la produzione abbia voluto proprio dirigersi in questi territori, si ascolti ad esempio il modo di gestire la chitarra distorta che troviamo alle spalle della voce nell’ultimo brano “Non sono le parole”. Tutto fa pensare che il processo è stato quello delle radici più che del futuro. Ci sarà uno sviluppo, un video o altro? Staremo a vedere… curioso di sentirlo dal vivo…