Riviere, sì, ma “Come il lago”

46

Venerdì è giorno di uscite belle per Revubs Dischi con Riviere e la sua nuova “Come il lago”.

Dal retrogusto folk rock “Come il lago” sembra essere la naturale estroflessione della precedente “Quando parlano di te”, perché oltre a ri-perpetuare la metafora acquatica, Riviere sembra dare una continuità alle tematiche soltanto anticipate nel suo singolo d’esordio.

La consapevolezza di sé stesso, di quello che si è e si è diventato, e non ultima la consapevolezza delle proprie radici, sembrano essere le caratteristiche perfette di una composizione tanto profonda quanto sincera come quella di Riviere. Il mood di riferimento, come per il precedente exploit, è quello della canzone d’autore: liriche giuste e vocalità esile utile a ritrovare quella giusta dimensione intima tanto cara al cantautore quanto al suo pubblico.

“Come il lago” insomma sembrerebbe proprio far parlare di sé, parlando di noi; e chi siamo noi di Onde Indiependenti, dunque, per non diffondere il verbo?