Quanto costa rispondere alle nostre domande per Nicomi?

91

Fuori dal 27 aprile “Quanto costa”, il secondo singolo di Nicomi prodotto da Maninni. Un brano che pone l’ascoltatore di fronte ad una scelta: amore o denaro? Il cantautore ha ben chiaro quale sarebbe la propria scelta, ma non è sicuro che sia effettivamente ricambiato. Il singolo è accompagnato da un videoclip uscito il 13 maggio e diretto da Lorenzo Lorusso.

Ciao Nicomi, bentrovato. Il tuo nuovo singolo è molto differente dal primo, per quanto riguarda il sound. Cosa ti ha ispirato/portato a questo cambiamento?

Quando scrivo le mie canzoni cerco sempre di creare qualcosa di nuovo che non si ripeta con i brani precedenti. Mi piace spaziare e sperimentare in ogni canzone che scrivo.

Il pezzo è ispirato ad una storia vera avvenuta a dei tuoi amici. Sanno che la loro storia è diventata una canzone? Cosa hanno provato?

Cerco sempre di nascondere le mie emozioni ed anche in questo caso le ho tenute nascoste.

Qual è stata, finora, in ambito musicale la tua più grande soddisfazione?

La mia più grande soddisfazione è vedere realizzati i miei progetti dopo tanto impegno e dedizione.

E il complimento più bello che hai ricevuto?

Alcuni giornali mi hanno trovato molto originale e questo per me è il compimento più grande perché è una cosa a cui tengo tantissimo. 

Com’è lavorare con l’etichetta Vaniglia Dischi? La consiglieresti ad altri musicisti?

Per me è stata una vera e grande svolta sia artistica sia personale perché sono davvero professionali e ti seguono passo passo in qualsiasi cosa tu faccia e senza ombra di dubbio la consiglierei ad altri musicisti. 

Hai dei concerti in programma quest’estate?

No perché stiamo lavorando ad altre canzoni e vogliamo concentrarci sull’aspetto live con calma.