Occhi aperti su Occhi e sul suo nuovo EP

93

In mezzo ad un mare di tormentoni estivi c’è una novità: Occhi. Il nuovo EP “Trittico 2+1.0” dell’artista è la naturale continuazione del percorso iniziato con il primo “Trittico 1”. Un EP di sole quattro tracce, dieci minuti appena che vi daranno una ventata di novità e qualcosa che difficilmente sentirete in giro.

Piove”, singolo uscito a maggio, tipicamente urban hip-hop, apre un percorso che sperimenta in diverse direzioni. “Plastic Love” è l’omaggio dell’artista per una cultura, quella del Giappone, che ama profondamente. Una cover reinterpretata in italiano che sperimenta spostandosi anche verso l’electro pop. Una nota che stupisce è sicuramente l’assolo di chitarra. Occhi ha una passione per la musica ed ogni genere, è evidente. Chiude l’EP il brano “Dateci una stanza”. Ultimo non per demerito, anzi: un brano dalle tinte più estive, il pezzo più forte del progetto.

Nel complesso ci troviamo di fronte ad un lavoro che sperimenta, osa, dimostra la capacità di adattarsi dell’artista, esprimendo il proprio estro e la passione per la musica a 360°. 

Occhi descrive l’EP come “un percorso di rinascita graduale, attraverso situazioni diverse: dalla difficoltà a dimenticare, all’usarsi a vicenda, all’accettare dentro di se’ di ricominciare e all’avere di nuovo buoni propositi.