Nicola Russu torna con il singolo Kitsch

27

Nicola Russu torna con il singolo Kitsch che affronta il tema della nostalgia con una serie di oggetti che rappresentano ricordi ancora indelebili di una storia difficile da dimenticare. Quante volte un luogo è in modo irreversibile associato a un determinato momento e a una persona precisa, alimentando la sensazione di vivere nel passato ogni volta che lo sguardo si imbatte in un prodotto significativo per la coppia o che si passa per quel posto, che ha rappresentato tanto per la relazione che si è conclusa.

Il cantautore riflette su quanto sia vero il fatto che ci accorgiamo del valore di una persona quando non fa più parte della nostra vita, quando la mancanza piomba prepotente e ci fa sentire soli. Un testo intenso quello scritto da Russu che parte dalla descrizione di alcuni rimpianti che emergono nella sua mente per lasciare spazio nel corso della canzone al sorriso di chi spera di poter ritrovare la pace interiore accettando l’epilogo della storia e provando a prendere di nuovo in mano la propria esistenza.

La nuova canzone di Nicola Russu è una traccia synthpop, con una produzione home made in cui confluiscono le varie contaminazione del progetto che sta portando avanti l’artista sardo, dall’amore per la musica elettronica più sognante a quello per la canzone d’autore con cui Nicola è cresciuto e che lo ha spinto, in adolescenza, a scrivere.

Ascolta Nicola Russu su Spotify

Segui Nicola Russu su Instagram

Nicola Russu è un cantautore, musicista e compositore originario di Olbia, classe 1990. Inizia da autodidatta a suonare le tastiere durante l’adolescenza e dopo l’esperienza con la band dei Pazoba, con una partecipazione a Sanremo Rock, decide di perfezionarsi e di studiare al S.Louis College di Roma, città dove ora lavora, laureandosi sia come tecnico del suono sia nel campo della musica elettronica. Il suo progetto solista ha all’attivo due EP totalmente autoprodotti:   Profondo Russu, pubblicato nel 2015 e disponibile su YouTube, in cui emerge il suo lato più introspettivo, e Montagne Russu, rilasciato lo scorso anno e più vicino alle attualità sonorità da clubbing. Da alcuni anni sta inoltre partecipando in qualità di tastierista all’attività live di Scarda.