Nel weekend di Nuelle e Attilio

78

Sono due ragazzi di Salerno e hanno in comune la passione per la musica e per la sperimentazione; “Dimenticare un Sabato” è il singolo con cui si sono fatti conoscere al mondo della musica: stiamo parlando di Nuelle e Attilio (producer) che il 16 gennaio per Tippin’ Factory hanno pubblicato il loro brano d’esordio. Sono qui per raccontarcelo!

Ciao ragazzi! Innanzitutto, come vi sentite dopo l’uscita del vostro primo singolo insieme “Dimenticare un Sabato”?

Siamo molto contenti di farvelo ascoltare, è pronto da tempo e abbiamo aspettato solo fosse il momento giusto! Non vediamo l’ora di farvi ascoltare altro.

Vi va di raccontarci qualcosa del brano, magari come nasce?

“Dimenticare un sabato” nasce da quelle esperienze passate irripetibili.

Dopo un breve arrangiamento e una lunga scrittura piena di cancella e riscrivi siamo passati alla creazione vera e propria della strumentale, che ha attraversato una strada tortuosa nel tentativo di dare il giusto scenario e mood ai concetti espressi.

Il vostro singolo è stato pubblicato ufficialmente domenica 16 gennaio: come mai una scelta così tanto azzardata?  

Il titolo è un indizio ma… in realtà si nasconde dell’altro.

Il vostro sound molto ricercato, si rifà molto al trip hop, quasi a far riemergere questo senso di stordimento post sbornia: come nasce la composizione?

La composizione nasce dal ”paciocco” di chops di vari samples, e dalla voglia di creare una sorta di crossover quasi cinematrografico di diversi generi musicali.

Attilio e Nuelle, lavorerete ancora su qualche altro progetto insieme?

Abbiamo molte sorprese ancora da farvi ascoltare, e non aggiungiamo altro.