Lorenzo Bonfanti: il suo disco è così… come l’amore

45

Lorenzo Bonfanti fa il suo ingresso nel panorama musicale con il suo album d’esordio, “Amare è così”, un viaggio intimo e autentico attraverso le pieghe dell’amore e delle esperienze di vita quotidiana. Dopo aver catturato l’attenzione nelle audizioni di X Factor, Lorenzo porta ora il suo talento alla ribalta con un lavoro che è tanto semplice quanto profondo.

“Amare è così” è proprio così, semplice, schietto, nudo di maschere e trasgressioni andando invece alla ricerca di un pop puro e immediato, molto ben curato nelle soluzioni di arrangiamento, capace di profondità come di scherno alla serietà e al non prendersi mai troppo sul serio. Pur trattando l’amore, Lorenzo Bonfanti riesce a donare a questo una fresca prospettiva, una sensibilità che risuona con personalità e con quel magico saper diventare “di tutti”. L’amore è il fulcro di questo disco, manco a dirlo, perché, come sostiene l’artista, è attraverso le nostre esperienze quotidiane che definiamo chi siamo e come affrontiamo la vita. L’album si inserisce perfettamente nei momenti di pausa quotidiana, offrendo un’opportunità per riflettere e connettersi con se stessi e con gli altri. Il suono deciso, ci piace quando resta fermo nei suoi confini, nelle forme che disegna, con questo mood che sembra sincero nella sua genesi chitarra e voce e che poi trova ricche colorazioni di produzione. Niente di esoterico, niente di futuristico: sembra una contraddizione con i tempi che viviamo, sembra una decisa svolta verso le origini… è un disco spirituale, forse dettato dall’urgenza, forse l’avrei preferito molto più scarno e acido di folk… è un disco che non cambia le sorti dell’umanità ma testimonia il passaggio di un uomo senza pretendere altro che l’esistenza e la considerazione.