LJB, intervista: “A metà ottobre aspettatevi una sorpresa!”

62

LJB è l’acronimo di Luca John Biaggi, cantautore biellese. All’età di 12 anni scrive la sua prima canzone che parlava di una Fiat 126 con i freni rotti. Alle spalle 2 band, Entropia, con i quali ha raggiunto traguardi importanti come l’Heineken Jamming Festival, passaggi in alta rotazione su MTV Music, X Factor 2015, mentre con Cobalto è arrivato alla fase finale di Sanremo Giovani 2018 risultando come una delle realtà più interessanti del contest. Alla sua prima esperienza da solista parla principalmente di com’è vivere i 30 anni in questo mondo strano e non scrive più di auto rotte, forse. Con l’appoggio di Magnitudo e la distribuzione di Altafonte Italia ha pubblicato il singolo L’ultima spiaggia ed ecco cosa ci ha raccontato nella nostra intervista.

Ciao, cosa ti ha spinto a scrivere L’ultima spiaggia?

Ho scritto l’ultima spiaggia come terapia post Lockdown. Il motivo per cui ho iniziato a scrivere canzoni è proprio perché mi aiutava a superare momenti difficili…ed è tutt’ora così.

Come mai la scelta di pubblicare un pezzo estivo a settembre?

In realtà è un pezzo mascherato da pezzo estivo ma sotto sotto potete trovarci una malinconia tipica della fine dell’estate. La prima volta che l’ho riascoltata dopo averla registrata ho detto: “Questa deve uscire appena dopo l’estate”. Se fosse uscita in piena estate credo che il messaggio non sarebbe arrivato in maniera corretta

Chi sei nella vita di tutti i giorni?

Sono un casinista disordinato ma anche un sognatore che ama scrivere canzoni

Musicalmente quali sono le tue influenze?

Sono cresciuto con Oasis, The Beatles, Arctic Monkeys e The strokes ma anche Lucio Battisti, Lucio Dalla e Venditti.

Hai altri brani nel cassetto? Spoiler?
Si ho circa una decina di brani pronti che farò sicuramente uscire nell’arco di quest’anno. Spoiler? Va bene! Potrebbe esserci una sorpresa verso metà Ottobre!