Le scuse di Bert sanno far centro (almeno per noi)

85

Abbiamo già avuto occasione in passato di parlare del cantautorato di Bert, artista di origine romagnola che dopo una lunga gavetta fatta di indipendenza ha deciso di legarsi all’etichetta ligure Revubs Dischi, realtà che abbiamo già avuto modo di approfondire e descrivere attraverso gli artisti che ha proposto negli ultimi mesi.

Anche Bert, in effetti, rientra a pieno titolo nella schiera di proposte fresche che la label spezzina sta impilando da qualche tempo a questa parte, dosando sapientemente pop, canzone d’autore ed elettronica – elementi che paiono essere i punti di focale interesse del produttore del roster, Altrove, oltreché della proposta di Bert.

“Scusami” segue a ruota l’esordio per Revubs di “Sembri magica”: sullo sfondo e anche in primo piano brilla il ricordo di un amore che ha saputo ferire entrambi gli amanti, evidentemente: nelle trame del brano spunta un desiderio di riconciliazione che sembra destinato a finire in un nulla di fatto, seppur per rievocare l’amore perduto “scomoda” influenze importanti che vanno dalla canzone d’autore dei primi Duemila al pop mainstream degli ultimi cinque anni. Il testo scorre piacevolmente, e lascia la sensazione di qualcosa che è cominciato, al di là del significato della canzone.

A questo punto, non possiamo che aspettarci un disco, presto, che confermi le belle sensazioni dei primi passi.