Isulafactory – un’etichetta a due facce

23

Sempre più definita l’identità a due facce dell’etichetta siciliana, nata a fine 2020 a Modica: jazz in tutte le sue forme e contaminazioni ed elettronica, anch’essa espressa nelle sue dimensioni più ricercate. Ed è proprio quest’ultimo genere musicale a cui Isulafactory guarda con molto interesse, soprattutto alla luce della pubblicazione, lo scorso 2 dicembre, di “Worship” l’Ep del musicista e producer Andrea Agosta che sta ottenendo un ottimo riscontro sia di critica che di ascolti.

Il 2023 vedrà l’etichetta pubblicare progetti di musicisti non solo del proprio territorio, ma anche da altre regioni (anticipazioni prossimamente). Diversi incontri con altre realtà discografiche, movimenti indipendenti e associazioni musicali nazionali, stanno creando una rete di contatti utile per la promozione dei propri artisti, per i live e soprattutto per i festival.

Per presentarsi come nuova realtà discografica nel mondo dell’elettronica, Isulafactory ha creato una playlist pubblicata sia su Spotify che su Deezer, nella quale ha selezionato soprattutto artisti italiani, alcuni affermati e altri meno, valorizzando progetti interessanti che si collocano lontano dai canoni commerciali.

La playlist si chiama Isulatronic ed è composta da 30 brani scelti dallo staff di IF. Non è una playlist collaborativa ma si può proporre il proprio brano visitando il sito www.isulafactory.it e mandando una mail, con il proprio nome e il titolo del brano, Isulafactory valuterà la compatibilità per l’inserimento della traccia.

Ascoltala e seguila su Spotify o Deezer:

Isulatronic playlist Spotify & Deezer