Intervista all’artista di “Agay”: Darman si racconta

53
Dal 17 giugno è disponibile sulle piattaforme digitali e in rotazione radiofonica “Agay” (Ayawasca Sciamani Musicali), il nuovo singolo di Darman con il featuring di Christian Lisi alle congas. Abbiamo intervistato l’artista, ecco cosa ci ha raccontato.

Ciao, partiamo dal tuo nuovo singolo. Cosa rappresenta per te questa canzone?

Ciao. “Agay” rappresenta un frammento emozionale, il riaccendersi delle piccole emozioni dopo un periodo difficile. È accorgersi di quanto la vita sia costellata di bellezza dentro a ogni sguardo.

Come definiresti le sonorità di questo brano?

È un brano acustico con una sonorità tutta sua. È bello mostrare la mia personalità artistica con arrangiamenti più minimali.

Come artista, quanto è importante la ricerca e la sperimentazione di nuove sonorità?

È tutto. Senza ispirazione non sarei qui a scrivere, essendo un artista che si nutre di essa e vive la quotidianità cercando di riconoscerla e saperla cogliere nel momento e nel modo giusto.

Qual è l’insegnamento più importante che hai appreso fino adesso dalla musica?

Credo che il momento rivelatore di quanto la musica sia importante per me è stato quando, per un evento tragico, ho rischiato di non poterla più fare. Lì ho capito veramente è definitivamente quanto la musica sia il senso del mio passaggio su questo pianeta.

Progetti futuri? C’è un disco in uscita?

Sì, il quarto e si chiamerà “Rifugio”, del quale “Agay” è il primo estratto. C’è anche in corso l’Eunomos Tour 2022, in attesa di altre sorprese autunnali…