Ian Luis

Intervista al cantautore siciliano Ian Luis

48

IAN LUIS è il progetto di Sebastiano Inturri, cantautore siciliano. Da qualche settimana è n radio “Asociale Cronica”, un brano che nasce con l’obiettivo di farti sentire compreso e appagato anche quando si è la persona più esclusa e asociale del pianeta. Ecco cosa ci ha raccontato.

 

– “Asociale cronica” è il tuo nuovo singolo, ti va di parlarcene?
“Asociale Cronica” è il mio nuovo progetto musicale, prodotto da Marco Di Martino e scritto da me, Sebastiano Inturri, per Roba Da Matti Dischi. In esso abbiamo riversato la nostra voglia di sperimentare, il testo è colmo di sarcasmo e il sound elettronico fa battere il piedino a tempo.


– Cosa ti piacerebbe trasmettere con questo brano?
Voglio far sì che chiunque ascolti il brano si renda conto che la propria diversità è la cosa più preziosa e autentica che possiede.


– Quando scrivi un brano cosa reazione ti aspetti in chi ti ascolta?

Mi aspetto che chi mi segue e chi ascolta i miei brani, apprezzi la mia continuità, l’impegno che metto in quello che faccio e la voglia di partorire sempre idee nuove per la mia identità musicale.

– Torniamo un attimo indietro, come nasce il tuo progetto musicale?
Ho intrapreso gli studi canori nel 2016 con le vocal coach Barbara e Chiara Catera. Nel 2019 ho abbandonato l’Accademia di Belle Arti di Catania per dedicarmi completamente alla musica. Il mio primo esordio è avvenuto l’anno successivo con l’uscita del mio primo singolo “L’amore è come il morbillo”, seguito poco dopo dall’EP “Generale Paranoia”. Quest’anno invece ho iniziato un nuovo percorso artistico con Roba da Matti Dischi e la pubblicazione di questo singolo, “Asociale Cronica”