Intervista a Manuel Finotti: “Himalaya è una canzone dove rifugiarsi per sentirsi meno soli”

19

Dal 20 maggio 2022 è in rotazione radiofonica “HIMALAYA” (Isola degli Artisti), nuovo brano di MANUEL FINOTTI, disponibile anche sulle piattaforme digitali. Ecco la nostra intervista al cantautore:

Ciao, partiamo dal tuo nuovo singolo. Cosa rappresenta per te questa canzone?

“Himalaya” fotografa la domanda che la maggior parte dei giovani artisti si fa ogni giorno riguardo i propri sogni, questa canzone è una scatola dove rifugiarsi per sentirsi meno soli e mi piace pensare che chi l’ascolta ci si possa buttare dentro.

Come definiresti le sonorità di questo brano?

Possiamo definire l’arrangiamento di questo brano un ibrido tra pop e folk, in quanto durante il pezzo c’è una sorta di evoluzione ritmica per far arrivare un messaggio di speranza all’ascoltatore.

Come artista, quanto è importante la ricerca e la sperimentazione di nuove sonorità?

È fondamentale perdersi in territori sconosciuti, provare a fare cose mai fatte ed ascoltare molta musica, TUTTA.

Qual è l’insegnamento più importante che hai appreso fino adesso dalla musica?

La capacità di risalire da qualsiasi situazione.

Progetti futuri? C’è un disco in uscita?

Stiamo lavorando a una raccolta di brani che sono già usciti e che usciranno nei prossimi mesi, una sorta di album che possa raccontare e chiudere questo ciclo di canzoni in maniera più omogenea possibile.Mi piacerebbe portare la musica fatta in questi ultimi due anni dal vivo, in un piccolo tour.