Herré: l’artista si racconta in un’intervista esclusiva

296

Dal 18 febbraio 2022 è disponibile in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme di streaming “Il Colore Del Vino”, il nuovo singolo di Herré. 

 

Ciao Herré, benvenuto su Onde Indipendenti! Iniziamo subito con una presentazione per i nostri lettori: chi è Herré?
Herré è un ragazzo semplice con una voglia matta di fare musica e comunicazione le proprie sensazioni; sogno da sempre infatti, di riuscire ad emozionare emozionandomi, davanti ad intere platee.

Nel corso della tua giovane carriera sei arrivato due volte in finale ad Area Sanremo, nel 2018 e nel 2020. Cosa ricordi di queste esperienze?
Ricordo il vortice di emozioni che ti travolge, e mi porto dietro una grande esperienza, che mi ha fatto crescere sotto il punto di vista artistico e personale. I miei più grandi ricordi sono legati ai giorni della finale di Area Sanremo del 2018, e a quanto abbia creduto di potercela fare.

 

“Il colore del vino” è il tuo nuovo singolo in uscita il 18 febbraio: da dove nasce l’idea di accostare proprio questo elemento all’amore e alla passione?
Dalla passione che può racchiudere due persone; il vino da sempre è anche sinonimo di verità, e in quelle sensazioni c’era tutto questo, e molto di più.

Nel brano ci sono diversi passaggi che ricordano molto il sound delle canzoni anni ’90. Quali sono le tue maggiori ispirazioni musicali?
Per la parte dell’arrangiamento devo ringraziare i ragazzi della casa discografica. Per la mia musica, cerco di rubare qualcosa un po’ da tutti i grandi artisti; attualmente dai più moderni Irama e Cremonini.

In uno dei versi canti “Quante verità devo negarti. Un ubriaco ne direbbe la metà”: è più facile negare delle verità o dire sempre ciò che si prova?
Credo che la verità e la sincerità dei sentimenti premi sempre nelle situazioni, nonostante tutto ciò non sia facile.

 

Instagram