#INDIE MUSIC LIKE IN PILLOLE NR 35: Leva – Fragile

1514

_MG_0540 - Copia

 

Ecco come si descrive l’artista:

“Sono nato artisticamente circa 7 anni fa. Scherzosamente, insieme a due cari amici di infanzia, una sera in stazione fantasticammo su una nostra presunta vita artistica.
Lo scherzo pian piano si trasformo’ in realtà, cominciai a fare i miei primi pezzi, le mie prime jam, le prime tag e le prime collaborazioni. Due anni dopo mi ritrovai come cliente allo SNOB Studio, a lavorare a due dischi che nessuno, a parte qualche amico, è riuscito a sentire… due progetti da solista, nei quali investii tempo, fatica e soldi, ma che non uscirono mai perché in realtà ero insoddisfatto del risultato.
Nel frattempo entrai a far parte della crew “Milano Nord”, con cui facemmo un disco, omonimo, prima che la crew si sciogliesse.
Successivamente Melo (amico e attuale produttore) mi chiamò per alcune collaborazioni nel suo mixtape “La Contea”. Fu in quell’occasione che Melo e il suo socio Dimi si accorsero dei miei miglioramenti e, qualche tempo dopo, mi proposero di firmare per SNOB MUSIC.
Mi ritrovai così a collaborare con Melo, Darme e tanti altri artisti di spessore al disco “SNOB MUSIC vol.1”, ed esattamente un anno fa comincio a lavorare al mio primo disco da solista, interamente prodotto da Sir-K: l’8 ottobre, dopo le lunghe indecisioni legate alla mia piccola carriera, esce “Zapping” in tutti i digital stores. Il riscontro è tanto immediato quanto inaspettato: “Zapping” resta due giorni in quarta posizione su ITunes e per settimane nella Top Ten dei dischi hip-hop/rap piu venduti d’Italia.
Dopo questa iniezione di autostima, insieme ai miei amici e colleghi dell’etichetta lavoriamo a “SNOB MUSIC vol.2″, uscito il 3 gennaio 2014.
Ora eccomi qua, pronto a fare uscire il mio secondo disco da solista prodotto da Big-Bud. Abbiamo deciso di farlo uscire in un modo alquanto particolare, e forse mai tentato prima… Un’uscita che “durerà” il più possibile, preparerando chi mi segue a quello che accadrà dopo.
Grosse novità porta questo progetto. Non vi resta che aspettare e scoprire cosa abbiamo in mente…”

 

Fonti: Ufficio Stampa Casi Umani