“In OSSA, tra dark acoustic e rock, vi parlo di disturbi mentali” – Quattro chiacchiere con Luca Salmaso

38

“OSSA” è il nuovo singolo del cantautore lombardo Luca Salmaso, un brano dedicato ai disturbi mentali su azzeccatissime sonorità dark acoustic. Abbiamo virtualmente incontrato Luca per approfondire il discorso e addentrarci nella sua musica e nel suo immaginario.

Come definiresti, musicalmente e concettualmente Ossa, il tuo nuovo singolo?

Un brano dalle sonorità Dark Acoustic che strizza l’occhio al rock, varie contaminazioni di quello che mi piace ed ascolto, non amo molto definire un genere ed in questo brano come in altri mi sono lasciato guidare dall’istinto di quel momento.

Hai lavorato prima al testo o alla musica? In generale come avviene il tuo processo creativo?

Generalmente il processo è sempre lo stesso che utilizzo, scrivo frasi, momenti e pensieri durante la giornata e poi raccolgo i pezzi e una volta che ho una melodia (cosa che reputo essenziale) creo un testo, ho provato a scrivere anche di getto sopra una musica ma generalmente è così che funziona.

Nella tua musica c’è sempre una mescolanza di generi. In che modo misceli tutto?

Viene tutto in maniera abbastanza naturale, è l’indole che ho, ascolto davvero tantissima musica, tutto il giorno da quando mi sveglio a quando vado a dormire ed ascolto davvero di tutto, è sempre stato così ed ogni tanto ho le mie fisse su qualche artista, questo sicuramente aiuta ad avere una prospettiva più ampia della musica che non è detto possa giovare ma a me piace.

In quale luogo e momento della giornata consiglieresti di ascoltare Ossa?

Sicuramente non appena svegli ahahah, a parte gli scherzi penso che ci siano dei momenti che ognuno di noi senta il bisogno di sentire della musica rilassante, allegra, triste, per ballare o per viaggiare, OSSA è a tutto pasto come un buon vino, alla fine di una giornata lavorativa potrebbe comunque essere una buona idea, parla di una tematica importante e forte ma musicalmente può dar carica ed emozionare.

Qualche spoiler sul prossimo disco?

Un disco che sto ultimando, dalle sonorità prevalentemente acustiche e dark con un occhio di riguardo al rock ed all’elettronica, si spazia da ballad a brani monocordiali, da canzoni in tempi dispari a brani sincopati, mi sono divertito parecchio nel registrarlo e sarà anche lui variegato di generi ma con un impronta ben definita.

Pronto a tornare sul palco? Dove e quando?

Sono stato fermo molto tempo e sto preparando un bel live, ad ora non ci sono date imminenti ma vi terrò aggiornato.