Il viaggio di Biljana nel mondo di “My Paradise”

107

 

Nel nostro incontro con la cantautrice serba Biljana, ci addentriamo nel mondo incantevole del suo ultimo singolo, “My Paradise.” Questa canzone è molto più di un semplice brano musicale; è un viaggio nel tempo e nello spazio verso un paradiso interiore, un luogo che ognuno di noi può ritrovare dentro di sé. L’artista ci conduce attraverso le profonde emozioni e i messaggi di questa canzone, offrendoci una prospettiva unica sulla sua creazione e significato.

Quando e come ti sei avvicinata al mondo della musica?
La musica fa parte della mia vita sin da piccola. Mi piaceva cantare da sempre però ho iniziato a dedicarmi seriamente agli studi di canto quando sono arrivata in Italia dopo le scuole superiori.

Quali sono i tuoi artisti preferiti e quale tipo di musica ascolti?
Ascolto tanti generi diversi. Sulla mia playlist non possono mai mancare Michael Jackson , Amy Whinehouse, Jeff Buckley , Lenny Kravitz, Lana del Rey.

Da cosa ti lasci ispirare quando componi?
Dipende dalle giornate, spesso mi ispirano le situazioni della vita.
A volte il sogno mi porta qualche melodia così capita di scrivere appena sveglia.

È da poco uscito il tuo ultimo singolo. Ci racconti com’è nato.
My paradise nasce un giorno in studio insieme al mio produttore Cristiano Norbedo. Dopo che ho scritto l’incipit del brao lui mi ha aiutato con la musica e gli arrangiamenti e devo dire che sono super contenta del risultato.

Come definiresti le sonorità di questo pezzo?
My paradise e un pezzo dance pop, una cosa mi piace spesso nelle mie canzoni è avere elementi caldi come le chitarre e suoni di piano.

Quali saranno i tuoi prossimi passi discografici?
Stiamo preparando nuovi pezzi per l’ep che uscirà l’anno prossimo. Prima di questa release probabilmente uscirà un altro singolo.