I Lamette ci raccontano nell’intervista del nuovo singolo Plastica

127

Ciao ragazzi, parlateci un po’ del nuovo brano Plastica?

Plastica è un brano energico e sperimentale, nasce da una session col nostro producer Alessandro Landini. Appena sentimmo la bozza del beat fu amore al primo ascolto. Ci mettemmo subito a scrivere e nel giro di una settimana il pezzo era pronto.

Nel brano parlate di una relazione tossica finita male, cosa ne pensate del modo in cui la generazione z vive e affronta le relazioni?

Pensiamo che la nostra generazione sia molto malinconica e questo brano per noi rappresenta uno sfogo, un grido contro la malinconia.

Quali sono le vostre influenze musicali più importanti al momento?

Le nostre influenze musicali sono svariate, le principali sono Alt-Pop, Synthwave, Urban, Lo-fi, HipHop tuttavia nell’ultimo periodo abbiamo deciso di fare un passo in avanti rispetto ai singoli usciti finora, soprattutto sotto il punto della sperimentazione di nuovi stili e sonorità. Ci piace metterci alla prova.

Cosa ne pensate dell’attuale scena musicale? Con quali artisti vi piacerebbe collaborare?

La scena musicale attuale è fresca e piena di artisti bravissimi, se potessimo scegliere ci piacerebbe collaborare con Tananai e VV.

Progetti per il prossimo futuro? Dobbiamo aspettarci un vostro EP?

Da parte abbiamo circa una decina di brani già pronti e stiamo valutando l’idea di far uscire un EP quindi chissà, restate connessi.

Ascolta il brano su Spotify: https://open.spotify.com/album/3v2ASo86BYhuwmnYgJZrOG