Filippo Martelli presenta il nuovo brano al Teatro Politeama Pratese

80

Alle spalle una carriera importante, dal tour mondiale con Laura Pausini alla direzione di due Festival di Sanremo, e adesso l’urgenza di condividere la sua musica al grande pubblico. Filippo Martelli  presenta La notte di Firenze, brano che sarà presentato in anteprima sabato 20 gennaio al Teatro Politeama Pratese, in occasione della serata benefica Mille note per Giak, con Filippo che si occuperà degli arrangiamenti e della direzione d’orchestra mentre la direzione artistica sarà ad opera della Florence Academy. Ospiti speciali sul palco Dolcenera, Giovanni Baglioni ed Edoardo Brogi. I biglietti, dal costo di 20 euro, sono acquistabili online su CiaoTicket oppure prenotabili ai numeri 055354220 o 3341034235. Orario di inizio previsto alle 21.15.

Un tocco di pianoforte fa da apripista agli archi che raccontano la sensazione di quiete delle ore di buio, la serenità di una stanza che consente di riposare abbracciati alla persona cara, di chiudere gli occhi e sognare un mondo migliore. Un crescendo progressivo di variazioni armoniche conduce l’ascoltatore in un viaggio sonoro in cui immergersi fino alla dissoluzione finale, una sorta di risveglio pacato all’alba di un nuovo giorno da affrontare. Con La notte di Firenze Filippo Martelli apre il proprio cassetto di melodie inedite che faranno parte del suo nuovo disco strumentale di prossima uscita.

Quasi 35 anni di attività artistica per Filippo Martelli che ha ricoperto con successo le vesti di pianista, compositore, arrangiatore e direttore d’orchestra. Tutto ha inizio suonando per Raf e Paolo Vallesi, per poi avere l’occasione di accompagnare Laura Pausini nel suo tour mondiale del 1997, tra Europa e America Latina.

In collaborazione col Maestro Riccardo Galardini, partecipa alle colonne sonore dei lungometraggi dell’immenso e compianto Francesco Nuti. Di nuovo sul palco per tre tour di Marco Masini, occupandosi anche della produzione discografica in qualità di direttore ed arrangiatore per la parte orchestrale insieme all’Oversea Orchestra di cui è fondatore, è nominato direttore dei Festival di Sanremo nel 2005 e nel 2009.