FANELLI DEMOLIZIONI musica Sostenibile, fresca, allegramanontroppo, contaminata. 

28

FANELLI DEMOLIZIONI

Presentano

ASPETTTANDO DEPOT

(Psicolabel)

 

 

Un disco pieno di vita, vibrazioni positive, entusiasmo. Demolire la negatività dei nostri giorni “bui” sembra la missione di Fanelli Demolizioni. Tra groove funk, riff assassini ed energici, beats quasi sempre uptempo e testi fantasiosi, mai scontati (guarda caso Vasco Brondi citò Nanni Fanelli come una grande fonte di ispirazione ai tempi del primo disco di Le Luci..), un disco di grande impatto, colonna sonora perfetta per le movide a venire (legali o illegali che siano).  Da sottolineare poi la presenza di un’eminenza grigia come Giorgio Canali. Il disco infatti esce per la sua label e non sarebbe potuto essere diversamente visto che Canali ha già lavorato tre volte ai progetti di Fanelli, nel 2003 e 2006 con i Quinto Stato e nel 2011 con i Nolatzco. Inoltre Nanni ha suonato il basso nel disco Rojo di Giorgio Canali & Rossofuoco.

FANELLI DEMOLIZIONI BIO

Nanni Fanelli (ex-Rossofuoco di Giorgio Canali) mette in piedi un nuovo progetto assieme al chitarrista Alessandro Adamo con cui già dai primi anni 2000 militava nei Quinto Stato , formazione ferrarese tanto cara al Vasco Brondi degli esordi, come afferma lo stesso in una delle sue prime interviste per il mensile Rumore. A completare il trio c’è Marcello Santi, abile tessitore di trame elettroniche, già chitarrista dei Nolatzco, altro progetto dello stesso Fanelli, ora alle prese con un immaginario narrativo e sonoro più maturo e ricercato.

INTERVISTA

Come definiresti con quattro aggettivi la tua/vostra musica?

Sostenibile, fresca, allegramanontroppo🤪, contaminata.

Come si intitola la tua/vostra ultima fatica discografica e come è stato il percorso di produzione della stessa?

“Aspettando Depot” è il titolo dell’album, ma non ci piace definirla ‘fatica’: abbiamo infatti cercato di evitare il più possibile ogni tipo di stress durante le varie fasi di lavorazione, prendendoci il giusto tempo per fare le cose a regola d’arte.

Se ti chiedessi quanta gente “mi porti” ad un tuo concerto, come reagiresti?

Reagirei mostrandoti il mio bel culo peloso!! 😂😂 No dai, scherzo! comunque ci è capitato diverse volte di suonare in locali con un ingaggio “a scatola chiusa” e non è andata per niente male!

Quanto sono importanti i social per la tua/vostra musica?

Oggi di muove tutto sui social, no?

per questo quando i nostri post non superano la soglia dei 20 ‘mi piace’ ci deprimiamo parecchio.

A quanti concerti di musica di altri artisti indie sei stato negli ultimi sei mesi e cosa ne pensi dell’underground indipendente

Negli ultimi mesi non siamo usciti molto, ma è una roba comune😅..

Riguardo l’underground indipendente abbiamo diversi gusti: tra i tanti ci piacciono Boy Harsher, Flavio Giurato, Cosmo, iosonouncane, Legowelt.