Esce oggi Ho Messo la Sveglia per la Rivoluzione, il nuovo album de L’Orso.

1433

Scritto da Stefano Gambirasi

 

Esce oggi, Martedì 3 Febbraio, per Garrincha Dischi Ho messo la sveglia per la rivoluzione, secondo album in studio de L’Orso.

Il suono, ma anche le tematiche, si discostano molto dal primo lavoro dei cinque, l’omonimo album di debutto uscito nel 2013. Mattia Barro e soci vogliono stupirci e stupirsi perché, per usare parole loro, “bisogna uccidere i propri padri, per potersi autodeterminare. Smettere di limitarsi e imitare”. E lo fanno, sperimentando quasi all’estremo, regalandoci dieci tracce che, in un certo senso, non presentano alcuna soluzione di continuità. Musicalmente si mescolano, infatti, pezzi rap (Quello che manca), rock al limite del punk (Io che ho capito tutto), elettronica (Baader-Meinhof, con la collaborazione de Lo Stato Sociale) e pop (L’estate del primo bacio).

Le melodie sono frizzanti e incredibilmente orecchiabili, l’intento di produrre qualcosa di fresco e nuovo è stato sicuramente centrato, anche se è impossibile non pensare, in certi momenti del disco, di stare ascoltando i loro colleghi garrinchani de Lo Stato Sociale (oltre alla collaborazione nel pezzo in chiusura troviamo Enrico “carota” Roberto tra i produttori).

Non si trova traccia, però, del disilluso cinismo della bandbolognese: nel contesto musicale italiano l’ottimismo de L’Orso può considerarsi la vera novità, la tentata e riuscita rivoluzione annunciata nel titolo. I testi, infatti, pur risultando più originali e meno adolescenziali dei lavori precedenti (pur non mancando l’abusatissima rima “amare-mare”), mantengono quell’ingenuità di chi vuole guardare al futuro con ottimismo. Il messaggio è chiaro e decisamente attuale: se non ti piace quello che vedi apri meglio gli occhi e guarda più lontano, il cambiamento comincia da te e dalle tue azioni, che avranno un effetto immediato su chi ti è vicino e porteranno, in una sorta di effetto farfalla, a rivoluzionare il mondo. È emblematica in questo senso la scelta del primo singolo estratto dall’album, Giorni migliori, uscito il 19 dicembre scorso con un video, girato in cinque città italiane, in cui i ragazzi, bendati, esortavano i passanti a rivoluzionare la propria giornata partendo da un abbraccio.

È praticamente impossibile non trovare qualcosa di sé nei testi de L’orso, gli arrangiamenti sono piacevoli e per questo il disco merita almeno un ascolto. Magari anche due per apprezzare l’intento musicale di chi l’ha prodotto e coglierne il messaggio: la sveglia è suonata, è tempo di alzarsi dal divano, smettere di lamentarsi ed agire, un futuro migliore dipende solo da noi.
Ecco le date del tour:

04/02 Carpi (MO) – Arci Mattatoyo
05/02 Milano – Biko
07/02 Rosà (VI) – Vinile Club
14/02 Bologna – Locomotiv Club
20/02 Savigliano (CN) – Circolo Mezcal
21/02 Firenze – Tender Club
27/02 Trieste – Tetris
28/02 Ravenna – Bronson
07/03 Bergamo – Clash Club
14/03 Lucca – Veleno
21/03 Padova – Circolo MAME
10/04 Pescara – Qube Club
17/04 Santa Maria a Vico (CE) – SMAV
24/04 S.Egidio alla Vibrata (TE) – DejaVu

Contatti:
Facebook lorsoband
BandCamp lorso
SoundCloud lorsoband
Twitter lorsoband