Eda Marì, Freevolo è il suo nuovo EP

86
A poche settimane dall’uscita del singolo mare di gin, il 20 maggio Eda Marì torna a far parlare di sé e lo fa con la pubblicazione del suo primo Ep, Freevolo, un lavoro che racchiude l’essenza del progetto dell’artista calabrese, pronta a far sentire ancora la sua voce dopo l’esperienza di X Factor. L’ep, prodotto da SANLUCIDO, Luca Longobardi, Sanfilippo, Paolo Gaudio e Donato Dalia, e mixato da Fefo Forconi (Delta V, Piero Pelù, Max Gazzè) e Dj Spike (Zulù, 99 Posse), inverte totalmente la rotta rispetto ai precedenti singoli, e segue la traccia lasciata da mare di gin. Voglia di riscatto, il non detto che prepotentemente emerge tra le parole e i respiri, la capacità di essere empatica e coinvolgere il fruitore tramite beat mai banali. Con Freevolo, Eda Marì diventa grande e vuole urlarlo al mondo. Freevolo è il mio volo libero, il mio stare in bilico, il mio credere profondamente e poi scivolare in una frivola sensazione di leggerezza. Ho cercato di racchiudere alcune delle mie emozioni in una scatola senza lucchetti, per dare la possibilità a chi interessato di aprire e farle sue. Freevolo non ha forma, non ha un genere. Ha voglia, voglia di evadere, di scoprire, di sperimentare, di perdonare, di cantare, di fingere, di cambiare, di soffrire, di osare. Freevolo ha voglia e bisogno di libertà.” La title track è l’esempio calzante di come spesso si faccia fatica a staccarsi da qualcosa che risulta falso e tossico, nonostante quei vaffa urlati contro che non trovano riscontro quando desideriamo ancora la presenza dell’altro. “Amiamo le canzoni che dicono le cose che non ci dice mai nessuno” [Ventiventuno, Eda Marì]