È fuori “(Cosa devo fare) Quando piove forte”, singolo d’esordio di Paolo Ronchetti

84

Ronchetti nasce a Milano nel ‘62 e lì, durante la sua formazione superiore, si cimenta nella prime esperienze musicali collettive; la prima formazione è una band punk, gli Hogs, di vita brevissima ma i cui orizzonti iscriveranno la produzione di Ronchetti, nel corso del mezzo secolo successivo, nel solco della sperimentazione musicale: di qui l’espressione artistica del milanese attraversa e contamina una notevole congerie di generi: polifonia, alternative, pop, jazz, avanguardia, improvvisazione radicale, canzone d’autore italiana e internazionale, soul, RnB sono vagliati per entro e fuori delle loro possibilità espressive, nelle esibizioni live e i vari progetti che vedono Ronchetti come organizzatore e partecipante. Tra le esperienze più rilevanti c’è la militanza nel trio vocale dei Gobar, con cui partecipa a tre lavori di Evasio Muraro: O Tutto O L’Amore, Controtempo, E Se Ci Diranno, quest’ultimo presentato in quartetto dal vivo alla Sala Stampa del Premio Tenco 2012; da solista incide con Marcello Milanese, il duetto Strength con il Jama Trio, confluito nel loro album di esordio 11.11.11. ; tra il 2011 e il 2019 Ronchetti partecipa a una serie di tour con uno spettacolo sul primo Jannacci, esibendosi, nel 2013, proprio con la band del celeberrimo cantautore meneghino. Dal 2010 Ronchetti è inoltre impegnato nelle iniziative musicali promosse dalla fono-biblioteca Zig Zag, ed e rispettivamente da trenta e dieci anni che frequenta assiduamente festival di cinema e scrive di musica e cinema su Mescalina.it.

Primissimo estratto di un album in uscita nel 2024, “(Cosa devo fare) Quando piove forte” deve il suo titolo alla parafrasi di un’opera cinematografica pseudo-documentaristica del regista indipendente Roberto Minervini, il cui lavoro è annoverato dallo stesso artista tra le sue cardinali influenze. La stessa struttura di Call and response è mutuata dalla struttura narrativa che Minervini imprime alla sua opera visiva. Cose Da Fare sarà il suo primo album in assoluto: si tratta di un progetto quasi familiare, vista la contemporanea partecipazione all’incisione della maggior parte dei musicisti, talvolta separati da intere generazioni, che hanno attraversato la vicenda artistica e privata di Ronchetti.

(Cosa devo fare) Quando piove forte è un singolo dal carattere originale che ambisce, senza mistero, a farsi pop; in questo anelito echeggiano, senza pretese formalistiche o manierismo alcuno, le svariate influenze che hanno caratterizzato la storia musicale del cantautore milanese. Un brano dunque che si preoccupa poco di caratterizzarsi definitamente come relativo a questo o quell’altro genere. La struttura ritmica della traccia è semplice ma efficace, assolutamente circolare – e quindi prevedibile -, eppure capace di regalare un ascolto piacevole. La parte strumentale è sostanzialmente coesa nella melodia ed è costituita dagli elementi essenziali a un brano pop, tuttavia arricchita dalla interessante presenza di fiati che incalzano il ritornello e accompagnano in sordina la strofa. La vera protagonista del singolo è senz’altro la voce di Ronchetti, dalla tonalità discreta ma assai espressiva.

Il sound del brano ricorda le sperimentazioni “allegre” che il cantautorato italiano ha visto avvicendarsi, senza eccessivo successo, all’inizio degli ‘80; su tutte, la struttura ritmica frenetica e l’espediente testuale dell’enumerazione spiccano come l’eredità di quell’esperienza musicale che vede tra i più importanti esponenti Massimo Bubola, meglio noto come co-autore di alcuni celebri brano di De Andrè, con album – ahimè – semisconosciuti, come Tre Rose.

Il singolo è complessivamente un esordio promettente che non fallisce nell’accendere un certo interesse per la ventura pubblicazione dell’album intero.

Link Video: https://www.youtube.com/watch?v=e3ZHX7wevbE

Link Spotify: https://open.spotify.com/intl-it/track/4BEoKnrIT5mfbD1KlrAxhH

Crediti: 

Testi e Musica di Paolo Ronchetti. Prodotto da Michele Anelli. Registrato da Antonio Polidoro al Blap Studio di Milano nel gennaio 2023 e da Michele Anelli allo Streetcore di Talonno di Invorio tra agosto 2022 e giugno 2023.

Mixato da Taketo Gohara con il Mobilis In Mobili tra luglio e settembre 2023. Masterizzato da Giovanni Versari presso La Maestà tra luglio e settembre 2023.

Progetto e regie video di Francesco Zucchetti.

Progetto grafico di Annalisa Castelli.