Debora Pagano: "Donna Titanio è un manifesto per le fragilità e le difficoltà della vita"

Debora Pagano: “Donna Titanio è un manifesto per le fragilità e le difficoltà della vita”

162

Donna Titanio” è il nuovo singolo di Debora Pagano, uscito in radio e nei digital store venerdì 7 gennaio 2022. Il brano – scritto dalla stessa artista, prodotto da Gotham Dischi e distribuito Artist First – è un punto cardine per mostrarsi completamente al pubblico, in senso figurato e interiore, scritto dopo l’importante operazione al reparto di unità spinale dell’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure, con il giusto distacco emotivo, ma anche il giusto peso nella scelta delle parole.

Come descriveresti Donna Titanio in poche e semplici righe?
Come un manifesto per le fragilità e le difficoltà della vita, bisogna rendere punti di forza le proprie criticità e affrontare di petto le situazioni che ci sembrano più impossibili, solo con la forza e la determinazione si superano gli ostacoli della vita è si raggiungono le vette più alte.
Serve tanta forza mentale ma alla fine nulla è impossibile secondo la mia esperienza, nessuna causa è persa.

Come nasce la collaborazione con Gotham Dischi e quale ruolo hai?
Gotham Dischi è una realtà partita da un semplice embrione di Andrea Papazzoni, e aggiungendosi a Mario Meli e successivamente a me ha iniziato la sua metamorfosi verso qualcosa di molto più grande e imprevedibile.
Loro sono il mio team da molti anni per la mia musica, e ora allo stesso tempo siamo noi un team per nuovi artisti emergenti e chiunque voglia accostarsi alla realtà di Gotham Dischi.

Qualche anticipazione in merito al videoclip?
Purtroppo posso svelare poco (così mi hanno detto) ma posso dire che è incentrato su di me in totale semplicità, diretto ma non troppo per non urtare la sensibilità di nessuno con un tema così delicato, ha molti aspetti simbolici o quasi metaforici che trasmettono il concetto della canzone senza risultare espliciti.
È stato girato in un teatro a Cassine, luogo d’origine di Luigi Tenco, e già per questo simbolicamente importante per me, e la regista, Melissa Debernardi insieme ad Edoardo Ciarmoli hanno saputo cogliere la semplicità ma l’importanza di questa canzone.
Non manca moltissimo, ma ci sarà un’anteprima della quale sono molto orgogliosa e che non mi sarei aspettata, e non vedo l’ora di condividerlo con tutto il mio pubblico.
Il video è dedicato all’ospedale nel quale sono stata operata alla colonna vertebrale e a tutte le persone che mi hanno seguita in quel periodo, è un piccolo modo per sdebitarmi per avermi salvato la vita.

Come stai vivendo questo periodo di emergenza sanitaria sia dal punto di vista personale sia lavorativo?
In realtà è un periodo molto lungo per me, post operazione nel 2019 ho avuto una degenza lunga e appena potevo muovermi un po’ di più nel febbraio 2020 è scoppiata la pandemia, quindi posso dire di essere ( anche in quanto fragile ) reclusa da Settembre 2019…
Per tutti i lavoratori dello spettacolo è difficile, e per chi ha delle fragilità lo è ancora di più, ma qualche alternativa si trova sempre per far quadrare tutto..

Dove ti vedremo/ascolteremo nei prossimi mesi?
Spero ovunque!
Il brano è disponibile su tutti i digital store, in rotazione radiofonica e il video sarà presto in anteprima e successivamente pubblico su YouTube.