Combattere l’allergia alla brutta musica con le canzoni di Malpelo

51

Non poteva che convincerci, il nuovo singolo di Malpelo, che a distanza di qualche mese dal suo singolo di debutto “Neve sulle case” torna con un brano che pre-annuncia l’estate bypassando la primavera, nella speranza di resistere e superare questa intossicazione da pollini ed infelicità che attanaglia tutti noi allergici (ai pollini e alla vita).

Malpelo è un cantautore che pare avere nelle corde una certa dimestichezza a passare, con scioltezza, da un registro all’altro, mescolano fra loro mondi diversi che vanno dalla canzone d’autore (che pare essere, ad ogni modo, il terreno congeniale e fertile di un talento in evoluzione) alla disco dance, nuova frontiera sperimentata da Malpelo proprio in “Antistaminico” e valorizzata dall’ottimo lavoro di produzione di Pietro Celona: il brano scorre con scioltezza articolandosi a partire dalla scrittura più “pop” delle strofe fino ad arrivare all’esplosione estiva di una ritornello che pare già tormentone.

Ovviamente, qui più che mai l’efficace “leggerezza” melodica pare essere al servizio di un contenuto che non si svuota, anzi risulta ancor più “intelligibile” grazie all’ottimo lavoro melismatico che la scrittura di Malpelo riesce ad intelaiare: le melodie si incastrano in testa e permettono al testo di involarsi ancor di più, nella riuscita metafora che racconta le paure di tutti proprio partendo da un fatto così “quotidiano” e – se vogliamo – “banale” come l’allegria.

https://www.instagram.com/p/CdyaETxN_i8/

Insomma, un ottimo ritorno che conferma quanto di buono già si riuscisse ad intravedere attraverso la pubblicazione del primo singolo: a questo punto, non ci resta che attendere nuove conferme.