Big Dog: rap granitico e contaminazioni crossover per i Love Ghost

63

La musica del quintetto di Los Angeles da qualche anno è inclassificabile. In continue divagazioni sonore la band ci ha abituato a singoli pubblicati quasi mensilmente sulle più importanti piattaforme di audio-streaming, e gli ascolti sono sempre nell’ordine del migliaio. Se il 2021 per i Love Ghost è stato l’anno introspettivo, o anche riflessivo, con capolavori del calibro di Shine Like Gold, Clouds, King of loneliness, Pink Car (intervallati però da altri brani marcatamente più duri), il 2022 per la band significa crossover, nu metal, industrial, insomma musica granitica, massiccia, cattiva: con Tell me when, Chains, Get Faded la miscela sonora diventa aggressiva, i videoclip abbandonano le lyrics on screen dell’annata precedente e la band esplode per ciò che è.

Per Finnegan Bell (voce, chitarra), Ryan Stevens (basso, cori), Daniel Alcala (chitarra, cori), e Cory Batcher (tastiere,cori), Danielle Gallardo (batteria e cori) la maturità artistica è più che raggiunta. American Songwriter e Flaunt, V13, UPROXX, Vent e molta altra stampa hanno parlato degli ultimi pezzi della band, e c’è stata pure una pubblicazione apparsa su Rolling Stone.

Hanno suonato negli States, il Giappone e l’Equador, recentemente al Rockpalast festival in Germania, quindi Londra, Praga, Dublino…Le origini post grunge sono abbastanza lontane, pezzi come The Scarlet Letter, Nowhere o Let it all Burn appartengono ad altre epoche, così come lontana è la folgorazione di Finnegan Bell sulla via del grunge, quando, giovanissimo, ha trovato tra i dischi del padre Nevermind dei Nirvana.

Big Dog, il nuovo singolo della band, disponibile sulle più importanti piattaforme di audio-streaming, dimostra come due minuti di musica possono essere sufficienti a sfornare qualcosa di veramente aggressivo. Traendo spunto dalla tragica morte del proprio cane, Finnegan Bell parla di come, nella vita, sia opportuno comportarsi da cani. La miscela sonora è cupa, si collega ai Korn di Life Is Peachy , il basso distorto e le percussioni sostengono la voce, che è meditativa e distante, la chitarra scandisce con power chords martellanti. Se il singolo precedente, Get Faded, sparava nelle orecchie dell’ascoltatore la confusione delle grandi metropoli, Big Dog suona quasi desertico. La doppia voce, nel ritornello come sempre esplosivo, determina un ottimo effetto, quasi ipnotico.

Il videoclip vede la band suonare in una autorimessa, tra carcasse di auto e rottami. Con Big Dog abbiamo l’ennesima conferma della maturità artistica di questa band, sempre alla ricerca di nuove strade. E questi suoni granitici, conditi al rap aggressivo, ci piacciono veramente tanto…

Video link: https://www.youtube.com/watch?v=XgxQgzUjovY

Web links:

Website: https://www.loveghost.com
Instagram: https://www.instagram.com/loveghost_official
Facebook: https://www.facebook.com/loveghost.official
Spotify: https://open.spotify.com/artist/7oYWWttOyiltgT19mfoUWi
Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCMNUK51hO36Tog1DRoAJ0-g