Artù torna con Mezzanotte meno un quarto, il nuovo singolo

109

Dopo Astronave, Artù presenta il secondo singolo del suo nuovo percorso artistico. Si tratta di Mezzanotte meno un quarto, un brano-manifesto in bilico tra musica d’autore, rock e pop-rock, da cantare a squarciagola dopo aver alzato il volume delle casse al massimo. Una canzone scritta di pancia, in un giorno qualsiasi, in cui Artù, arrabbiato con gli altri, si lascia andare a uno sfogo sincero e viscerale, finendo per prendersela con se stesso.

La rabbia diventa una vivace ballata rock & roll, liberazione, introspezione e, alla fine, un’inevitabile presa di coscienza. “Era mezzanotte meno un quarto ed ero incazzatissimo. Ho iniziato a scrivere perché non sopportavo più nessuno e sono finito per prendermi a parolacce. Perché ce l’avevo con me stesso, mica con gli altri“, racconta.