Alla scoperta de La Jungla Factory con i Denoise

60

Prende oggi forma la nuova puntata di “Live da La Jungla“, il catalogo di live session che punta a coinvolgere, negli spazi di La Jungla Factory, i talenti più promettenti della scena indipendente nazionale, nel tentativo di riportare il “live” al centro dell’attenzione di pubblico e addetti al settore.

Già dalla puntata 0, pubblicata giusto un paio di settimane e biglietto da visita della Factory per la scena emergente, si intuiva il potenziale di una proposta capace di coinvolgere artisti diversi, in performance differenti dal solito: in quell’occasione, abbiamo potuto goderci un’inedita svegliaginevra impegnata con APICE in una versione unplugged di “Barche“, il singolo co-scritto dai due artisti di La Clinica Dischi, label spezzina ideatrice del progetto; il risultato era stato simile all’aprire uno spioncino su un modo diverso di pensare e fruire la canzone, a contatto con la sua “nudità selvatica”, come hanno scritti i ragazzi de La Jungla sui loro social.

La magia si è riproposta con i Denoise, trio veneto salito all’attenzione della stampa e della cronaca nazionale qualche settimana fa, dopo aver partecipato alle selezioni d XFactor 2021 tra i nomi di Manuel Agnelli. I ragazzi di Mestre hanno deciso di proporre per la prima puntata di “Live da La Jungla” una versione minimal e chill del loro ultimo singolo “Jazz“, il primo pubblicato con V4V Records dopo la pubblicazione, nel 2019, del loro album d’esordio “Motivo Privato“: una ballad sognante, sospesa tra blue note e una patina leggera di nostalgia, che trasuda dalla live session pubblicata per La Jungla Factory.

Insomma, un progetto interessante, quello de La Jungla Factory, che merita di essere attenzionato: potrebbe, nel tempo, diventare un’ottima guida alla scoperta di chi vale, e spesso non trova lo spazio sufficiente per far sentire la propria voce, e “vedere” la propria musica. Noi, nel dubbio, rimaniamo connessi.